Daiyasu

DY-S05-0100

FUNGHI SHIMEJI MARINATO IN SALSA DI SOIA (Tanba Daikoku Honshimeji)

Uno Tsukemono pregiato per noi giapponsi, utilizza "Daiko Hon-Shimeji" della zona Kyotanba conosciuta come per la bontà degli ingredienti agricoli di  Kyoto. "Hon shimeji", che è così delizioso e apprezzato che si dice sia "l'aroma del vero fungo matsutake". Per produrlo viene immerso immerso in una speciale salda a base di salsa per conferirgli un sapore ricco.

Assolutamente da provate anche solo per capire quale è il vero sapore di Shimeji. Ottimo anche mescolato con ingredienti come riso bianco appena cotto oppure cuocere assieme (metterlo nel cuociriso assieme all'acqua e cuocerlo assieme).

Ottimo anche come stuzzichino fresco, potete assaggiare semplicemente con Daikon fresco grattugiato.

QUANTITÀ
100g

 


Cos'è il "Daikoku Hon-shimeji"?
Il fungo shimeji, chiamato anche “fungo fantasma“ perchè molto difficile da coltivare artificialmente (come i funghi Matsutake). Nel 1999 l’azienda “Takara Bio “ è riuscita a coltivare ed è diventato possibile fornirlo tutto l'anno. È stato chiamato Daikoku Hon-Shimeji perché la forma ricorda quella pancia abbondante del dio Daikoku l’icona di ricchezza e fortuna per noi giapponesi.

Ha un forte umami e un buon profumo, e poiché non ha l'amarezza tipica dei funghi shimeji, vengono usati per vari piatti in Giappone. È coltivato da Kyotanba ed è certificato come "prodotto a marchio Kyoto" per garantirne l'origine e al qualità.


Nutrienti
Questo fungo shimeji è ricco di potassio e fosforo, vitamine B1 e B2, acido folico e fibre alimentari e è di basso calorie. Efficace nella prevenzione delle malattie legate agli abitudini di vita (non so come si chiama quel tipo di malattia). Inoltre, il β-glucano contenuto nei funghi ha l'effetto di migliorare l'immunità e si prevede che abbia un effetto di prevenzione del cancro. Questo fungo shimeji contiene più dell'ornitina, che è più di quella della vongola, ed è efficace per il fegato.

 

 

Produzione
Taglio (verticale 1/2) → Lavaggio → Bollitura → Raffreddamento → Condimento (un giorno di stagionatura) → Imballaggio → Sterilizzazione a caldo (prima volta) → Raffreddamento (conservazione in frigorifero un giorno) → Sterilizzazione a caldo (seconda volta) → Raffreddamento

Non contiene conservanti ne coloranti