Wagyu Company

W16

WAGYU SLICE STEAK - yakiniku

PREZZO per 100g:
23,3€/etto

PESO: 
300g 

TAGLI PRESENTI:
Ribloin o Sirloin, Top Sirloin Butt 

CONSIGLI D’USO:
Yakiniku, In padella, BBQ, Wok con le verdure, bistecche

PRODOTTO ABBATTUTO: 
dopo 3 settimane di frollatura (WET AGING) il prodotto viene abbattuto con tecnologia di abbattimento (FRESH FROZEN) per garantire il massimo rispetto del gusto.  

Uno degli stili più popolari per godere la bontà della carne wagyu in Giappone è decisamente il “Yakiniku” cuocere le fettine di carne a tavola, richiede l'uso di fettine di wagyu tagliate a bistecche piccole in modo che si goda la carne grigliata a bocconcino. E’ molto raro trovarle in Italia qui trovate le bistecche da Yakiniku morbide e gustose di Wagyu Ozaki anche nella versione marinate per una griglia autentica Giapponese.

Basta preparare la griglia e con un passaggio veloce sarete già pronti a gustarlo.
Per farvi assaggiare due tipi di gusto e consistenza diverso di wagyu abbiamo scelto i tagli loin con carne marezzata e dolce, e scamone come carne più magra e gustosa. 

 

Yakiniku (letteralmente carne alla griglia), è una preparazione in stile BBQ ispirata alla cucina coreana, che prevede la cottura di carne e carne marinate e verdura (peperoni, carote, funghi, cipolle) su piastre posizionate al centro del tavolo. L'ingrediente tipico è la carne di wagyu e wagyu marinata, ma vengono utilizzati anche altri tipi di carne come maiale, pollo o a volte anche pesce. 
Come è più opportuno cucinare la carne wagyu per godere al meglio del suo sapore? Data la sua morbidezza dovuta alla straordinaria marezzatura, vi consigliamo di cuocere per poco tempo, in modo che il grasso non si sciolga troppo.

Il termine Yakiniku (焼き肉), tradotto semplicemente “carne alla griglia” nacque per indicare il barbecue all’occidentale, ma quando aprirono in Giappone numerosi ristoranti coreani che servivano carne alla griglia il termine yakiniku finì per essere usato per descrivere il barbecue alla coreana. Dopo la seconda guerra mondiale questo modo di grigliare la carne è stato interpretato come Nabe (hot pot in comune al tavola) tra i giapponesi e velocemente adottato.

Come molti altri piatti della cucina giapponese anche lo Yakiniku prevede che gli ingredienti, diversi tagli di carne di manzo marinata e verdure, vengano serviti crudi e poi cotti dai commensali su una griglia in comune posta in mezzo al tavolo. Carne e verdure vengono poi mangiati accompagnati da alcune salse tra le quali la più famosa, chiamata tare, è fatta con una base di salsa di soia, mirin, sake, zucchero, sesamo e aglio. Ultimamente la qualità della carne in Giappone è molto alta, per questo molti preferiscono condire semplicemente con solo sale e pepe (a volte anche con wasabi) oppure con la salsa ponzu in sostituzione della  di marinatura con salsa Tare.

Il divertimento dello Yakiniku è cucinare in tavola tutti insieme. Il modo migliore è porre una griglia elettrica o a gas in mezzo al tavolo. In alternativa procuratevi un bbq da tavolo (e aprite la finestra!!), il sapore della carne cotta a carbonella non ha paragoni!